Nasce Lucha alla città, il comitato a sostegno di Lucha y Siesta


Nasce Lucha alla città, il comitato a sostegno di Lucha y Siesta

Date: 07 Set, 2019  Nessun commento

Roma, 07 settembre 2019 – In risposta alla minaccia di sgombero e distacco delle utenze dal 15 settembre 2019 e in considerazione del fatto che oltre un anno e mezzo di tentativi di interlocuzione con le Istituzioni si sono rivelati fallimentari, le attiviste della Casa delle Donne Lucha y Siesta costituiscono il ComitatoLucha alla città” e lo condividono in una conferenza stampa aperta al pubblico all’interno dello spazio di proprietà ATAC in cui dal 2008 svolgono le loro attività.

Obiettivi del Comitato sono promuovere e diffondere i risultati raggiunti dalla Casa e favorire iniziative di sostegno e raccolte fondi per costituire un fondo che permetta di acquistare lo stabile di Via Lucio Sestio 10.

Diamo Lucha alla città” è il messaggio attraverso il quale le attiviste lanciano un obiettivo propositivo e ambizioso: un grande azionariato popolare volto a tutelare l’esperienza di Lucha y Siesta e a farla crescere oltre le sue stesse mura.

«Vogliamo risignificare in termini comunitari la funzione di un bene pubblico e lanciare l’esperienza di Lucha y Siesta oltre l’ottusità di chi ci amministra, dettando noi i tempi e i modi di fare politica. Usare i nostri corpi, le menti e i cuori per definire una strategia che ci faccia uscire dall’angolo in cui ci vogliono rinchiudere, e difendere uno spazio fisico e simbolico che non vogliamo perdere. Vogliamo impedire la vendita della Casa e la conseguente chiusura del progetto, provando a tracciare una strada alternativa che sappia costruire nuovi immaginari e che renda protagonista le comunità» si legge nella Dichiarazione di Intenti diffusa durante la Conferenza Stampa.

Al Comitato hanno già aderito moltissime persone singole e associazioni: tra le prime firmatarie ci sono Lea Melandri, Federica Giardini e Adele Tulli, mentre molti artisti si stanno rendendo disponibili a sostenere con le loro opere il crowdfunding online che partirà a breve.

Anche la performance artistica #vendesiroma che ha fatto il giro del web nella notte tra il 5 e il 6 settembre è stata una donazione a sostegno di “Lucha alla città” come si legge nella lettera anonima ricevuta dalla Casa e diffusa questa mattina sulla Pagina Facebook:
«Nel grande momento di difficoltà che Lucha y Siesta sta affrontando abbiamo pensato di venire in supporto dicendo in maniera forte e chiara che quello che voi di Lucha offrite a Roma è un patrimonio incommensurabile di tutt*, tanto quanto il Pantheon o il tempio di Vesta. Non lo diciamo per altruismo, ma per puro egoismo: noi siamo artist* e vogliamo vivere in un mondo bello come quello che state cercando di costruire voi, ogni giorno».